Nebbiolo d’Alba DOC

Il Nebbiolo è un vitigno a maturazione tardiva in grado di dare vini di grande complessità, e fortemente influenzato dalle caratteristiche del terreno e del clima locali.

Sembra che il nome Nebbiolo derivi dalle nebbie che avvolgono le colline delle Langhe. Del Nebbiolo si hanno notizie fin dal 1268, anno in cui è certo che fosse coltivato a Rivoli, come ricordato da alcune pergamene pubblicate nei “Documenti sulla Storia del Piemonte”. I Savoia lo consideravano uno dei loro vini preferiti e si dice se ne servissero spesso come sottile strumento di approccio in campo diplomatico.

La scelta più tipica adottata dai produttori del Nebbiolo d’Alba è quella di fare fermentare e maturare il vino in grandi botti, e in alcuni casi anche in barrique, così da arrotondare le asperità tipiche del vitigno. Questo vino, grazie all’alto contenuto di tannini, acidità e alcol dell’uva Nebbiolo, può evolvere in bottiglia anche per molti anni.

Vitigno: Nebbiolo

Vinificazione: metodologia classica con l’uva sottoposta a leggera pigiatura e diraspatura con fermentazione alcolica in vasche di acciaio termocondizionato per circa 8/10 giorni.

Affinamento: dodici mesi in barrique di secondo passaggio. Un mese in bottiglia.

Note: vino di color rosso rubino con leggeri riflessi granata. Al naso delicato con sentori di viola e lampone. In bocca un perfetto equilibrio tra tannino e corpo. Indicato con primi elaborati e secondi di carni rosse.

Temperatura di servizio: 18°C